Portale Trasparenza Comune di Avezzano - Autentiche di sottoscrizione

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Tipologie di procedimento

Autentiche di sottoscrizione

Responsabile di procedimento: Giampietro Marianicola
Responsabile di provvedimento: Giampietro Marianicola
Responsabile sostitutivo: ATTILI GIAMPIERO

Descrizione

AUTENTICHE DI SOTTOSCRIZIONI

NORMATIVA - RIFERIMENTI

CODICE CIVILE

Artt.2702 e 2703

Libro VI Della tutela dei diritti

Titolo II delle prove

RIFERIMENTI

D.P.R.445/2000

Testo unico delle disposizioni normative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa

Art. 21

ISTANZE E DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE DI ATTO DI NOTORIETA’dirette a privati

PA/gestori di pubblici servizi solo ai fini della riscossione da parte di terzi di benefici economici

 

UFFICIO AUTENTICHE DI COPIE E FIRME

Sede Centrale

P.zza della Repubblica n. 8

L.386/1990

Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari

Art. 8, comma 3-bis (introdotto da D.L. 70/2011)

Autentica sottoscrizione in calce a quietanza liberatoria di assegno emesso senza provvista

UFFICIO AUTENTICHE DI COPIE E FIRME

Sede Centrale

P.zza della Repubblica n. 8

D.Lgsl. 271/1989

Norme di attuazione del codice di procedura penale

Art. 39

Autentiche per gli atti per i quali il codice di rito prescrive tale formalità

UFFICIO AUTENTICHE DI COPIE E FIRME

Sede Centrale

P.zza della Repubblica n. 8

L.53/1999

Art.14

Autentiche di firme previste nel procedimento elettorale ( non riservate al notaio

Ufficio elettorale

Via America

 

Che cos'è l'autocertificazione


L’autocertificazione permette al cittadino di presentare agli enti pubblici, alle imprese che gestiscono servizi pubblici ed ai privati che acconsentono ad accettarla, una propria dichiarazione (dichiarazione sostitutiva di certificazione) relativa ai seguenti stati, qualità personali e fatti, elencati all’art. 46 del DPR 28 dicembre 2000, n. 445, in sostituzione della normale certificazione rilasciata dagli uffici competenti:
• data e luogo di nascita;
• residenza;
• cittadinanza;
• godimento dei diritti civili e politici;
• stato di celibe, coniugato, vedovo o stato libero;
• stato di famiglia;
• esistenza in vita;
• nascita de figlio, decesso del coniuge, dell’ascendente o discendente;
• iscrizione in albi, in elenchi tenuti da pubbliche amministrazioni;
• appartenenza a ordini professionali;
• titolo di studio, esami sostenuti;
• qualifica professionale posseduta, titolo di specializzazione, di abilitazione, di formazione, di aggiornamento e di qualificazione tecnica;
• situazione reddituale o economica anche ai fini della concessione di benefici di qualsiasi tipo previsti da leggi speciali;
• assolvimento di specifici obblighi contributivi con l’indicazione dell’ammontare corrisposto;
• possesso e numero del codice fiscale, della partita IVA e di qualsiasi dato presente nell’archivio dell’anagrafe tributaria;
• stato di disoccupazione;
• qualità di pensionato e categoria di pensione;
• qualità di studente;
• qualità di legale rappresentante di persone fisiche o giuridiche, di tutore, di curatore e simili;
• iscrizione presso associazioni o formazioni sociali di qualsiasi tipo;
• tutte le situazioni relative all’adempimento degli obblighi militari, ivi comprese quelle attestate nel foglio matricolare dello stato di servizio;
• di non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della vigente normativa;
• di non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali;
• qualità di vivenza a carico;
• tutti i dati a diretta conoscenza dell’interessato contenuti nei registri dello stato civile;
• di non trovarsi in stato di liquidazione o di fallimento e di non avere presentato domanda di concordato.
La dichiarazione sostitutiva di certificazione ha la stessa validità dei certificati che sostituisce.
L’elenco è tassativo: tutti gli stati, le qualità personali ed i fatti non espressamente indicati nell’art. 46 possono essere comprovati dall’interessato mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.
Nei rapporti con la Pubblica Amministrazione il cittadino non deve più richiedere alcun certificato necessario ad avviare una pratica presso un ufficio. Le Pubbliche Amministrazioni e gli incaricati di pubblici servizi sono tenuti ad acquisire d'ufficio le informazioni contenute nelle dichiarazioni sostitutive presentate dai cittadini.
L’autocertificazione ha titolo definitivo: ciò significa che il cittadino non deve presentare neppure successivamente, alla conclusione del procedimento avviato, nessuno dei certificati sostituiti dall’autocertificazione
Limiti nell’utilizzo dell’autocertificazione
I certificati medici, sanitari, veterinari, di conformità CE, di marchi o brevetti non possono essere sostituiti da nessun altro documento, salvo diverse disposizioni della normativa di settore. Tutti i certificati medici e sanitari richiesti dalle istituzioni scolastiche ai fini della pratica non agonistica di attività sportive sono sostituiti con un unico certificato di idoneità alla pratica non agonistica di attività sportive, rilasciato dal medico di base, con validità per l’intero anno scolastico.
Come
I cittadini possono utilizzare gli stampati predisposti dalle Pubbliche Amministrazioni.
La firma apposta dall’interessato in fondo all’autocertificazione NON DEVE ESSERE AUTENTICATA e quindi l’autocertificazione non è soggetta al pagamento dell’imposta di bollo, ma è gratuita.
Obblighi della Pubblica Amministrazione
La mancata accettazione da parte della Pubblica Amministrazione o dei gestori o esercenti di pubblici servizi, dell’autocertificazione, costituisce violazione dei doveri d’ufficio.
Costituisce violazione dei doveri d'ufficio, anche la richiesta e l'accettazione dei certificati o di atti di notorietà nei casi in cui i cittadini possano presentare le dichiarazioni sostitutive di certificazione o di atto di notorietà (art. 74 DPR 445/2000, come modificato dalla Legge 183/2011).
Esibizione del documento d’identità o riconoscimento
I dati relativi al cognome, al nome, al luogo e alla data di nascita, la cittadinanza, lo stato civile e la residenza, attestati in documenti d’identità o di riconoscimento (es. la carta d’identità, la patente di guida, il passaporto, il porto d’arma, il libretto di pensione) rilasciati dalla Pubblica Amministrazione ed in corso di validità, possono essere comprovati dal cittadino senza ricorrere alla compilazione dell’autocertificazione, ma semplicemente esibendo il documento d’identità o di riconoscimento. In questo caso la Pubblica Amministrazione o il gestore esercente di pubblico servizio prende nota delle informazioni contenute nel documento d’identità o di riconoscimento acquisendo un fotocopia NON AUTENTICATA del documento stesso.
Se il documento d’identità o di riconoscimento esibito dal cittadino è scaduto, ma i dati in esso contenuti non hanno subito alcuna variazione, il cittadino può dichiarare, sulla fotocopia del documento, che i dati sono ancora validi e terminati requisiti, secondo quanto previsto dall'art.46 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445

Chi contattare

Personale da contattare: Ilii Paola, Giampietro Marianicola

Termine di conclusione

Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no
Rilascio immediato, salvo necessità di verifica e approfondimenti (in tal caso il tempo di rilascio è di 5 giorni lavorativi)

Costi per l'utenza

L'autentica di firma è soggetta all'imposta di bollo pari a € 16,00 fin dall' origine, ai sensi del DPR 642/72, a meno  che non siano previste specifiche esenzioni per il particolare uso al quale tali documenti sono destinati; in questi casi, la norma di esenzione deve essere espressamente indicata sul documento. Chi ritiene di aver diritto ad una esenzione  ha sempre l'obbligo di dichiarare la norma che la prevede, non potendo l'operatore suggerire eventuali cause di esenzione.

-Autentiche in bollo: € 16,00 per marca da bollo + € 0,52 per diritti di segreteria.

-Autentiche in carta semplice: € 0,26 per diritti di segreteria. In questo caso è necessario dichiarare all'operatore dello sportello l'uso e la norma che prevede l'esenzione dell'imposta di bollo .

In caso di di due o più persone che devono autenticare una propria sottoscrizione su una istanza o dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, se l'atto non è esente dal bollo si apporranno tante marche da bollo quante sono le sottoscrizione da autenticare (fanno eccezione le autenticazioni di sottoscrizione effettuate in occasione di un passaggio di proprietà di bene immobile registrato che scontano sempre e comunque una sola marca da bollo.      

 

Modulistica per il procedimento

Riferimenti normativi

L. 445/2000

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: nd
Contenuto inserito il 02-12-2013 aggiornato al 24-06-2020
Non hai trovato le informazioni soggette alla pubblicazione obbligatoria? Richiedile ora
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Piazza della Repubblica, 8 - 67051 Avezzano (AQ)
PEC comune.avezzano.aq@postecert.it
Centralino +39.0863.5011
P. IVA 00159380666
Linee guida di design per i servizi web della PA
Il progetto Portale della trasparenza sviluppato da ISWEB S.p.A. www.isweb.it